venerdì 21 novembre 2014

TRAVEL STORIES #9: CAMMINO DI SANTIAGO, VEZELAY

Ciao a tutti!

Oggi vorrei farvi scoprire un'interessante cittadina ricca di storia che ho avuto modo di visitare, tappa del cammino di Santiago per i pellegrini provenienti dalla Francia.


I principali percorsi storici per i pellegrini provenienti dal Nord Europa verso il Portogallo erano quattro:


  • la via "turonense" (partiva da Parigi e passava per Tours) per chi proveniva dall'Inghilterra, dal Belgio, dal nord della Francia e dal nord della Germania
  • la via "lemovicense" partiva dall'Abbazia de la Madelaine di Vezelay provenendo dalle regioni dello Champagne, Lorena e Ardenne, particolarmente usata dai pellegrini provenienti da Scandinavia, Olanda, Belgio e Nord della Francia
  • la via "podense" passava per Conques e l'Abbazia di Saint Pierre de Moissac.
  • la via "tolosana" partiva da Arles, toccava Montpellier giungendo a Toulouse




La capasanta o conchiglia è il simbolo del Cammino di Santiago, doveva essere cucita sul mantello ed era l'indicazione che il pellegrino aveva raggiunto e visitato la tomba di San Giacomo. Questa che vedete in foto è una delle tante conchiglie che si possono trovare incastonate lungo le vie di Vezelay.


La via principale



Artigianato locale

La basilica:

La basilica di Santa Maria Maddalena è un importante luogo di culto cattolico ed è anche uno dei capolavori dell'architettura Romanica.
Ha una struttura a tre navate (a croce latina), con un corpo centrale stretto e due torri campanarie laterali, quella di sinistra si presenta incompleta.
L'interno è in stile romanico tranne il transetto e il coro in stile gotico, troviamo infatti un tripudio di archi a tutto sesto che danno uno slancio verso l'alto.

La facciata

L'interno

Interno


Il borgo medievale si snoda attraverso questa via leggermente in salita che porta su fino alla basilica, le case e gli edifici sono in pietra di color beige con infissi e serramenti bianchi che rimandano all'architettura del nord Europa.
Il comune conta 472 abitanti, è quindi molto piccolo, si trova nella regione della Borgogna, ma si configura come interessante punto turistico per la sua storia e tradizione; è stato inoltre dichiarato patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO.

E voi ci siete mai stati o ne avete sentito parlare?

Fatemelo sapere se vi va!