lunedì 27 luglio 2015

NESSUNO SI SALVA DA SOLO- MARGARET MAZZANTINI

Margaret Mazzantini è una di quelle scrittrici molto famose in Italia i cui libri vanno via 'come il pane' di solito, è infatti autrice di vari best-sellers, oggi vi parlo di 'Nessuno si salva da solo' che risale al 2011.



Di questa autrice ho già letto 'Splendore' e 'Non ti muovere', altri due suoi famosissimi lavori, ma veniamo a questo libro in particolare e alla trama: Gaetano e Delia sono una coppia in crisi, sposati con due figli Cosmo e Nico, si ritrovano per una cena ad un ristorante per parlare della loro separazione, Gaetano già se ne è andato di casa andando a vivere in un residence mentre Delia è rimasta a casa con i figli. Il loro amore nacque in modo tumultuoso, Gaetano andò allo studio di Delia (nutrizionista) e pian piano scoppiò la passione. Delia ha un passato complesso con problemi di anoressia e infatti il dettaglio dei denti rovinati dai succhi gastrici ricorrerà spesso durante tutto il racconto.


Il racconto della Mazzantini è molto diretto e oserei dire che viene dalla 'pancia' e questa è la cifra che a mio parere la contraddistingue come autrice e la fa amare dal pubblico così tanto. I racconti vanno dritti al punto, i particolari sono pungenti e talvolta tanto forti da risultare quasi fastidiosi. Quella che viene descritta in questo libro è la realtà dei nostri tempi: una coppia che si rende conto che l'amore è finito ma non sa spiegarsi veramente il perché della rottura, forse è nato troppo in fretta sull'onda della passione? Forse una mancanza di stima reciproca di base? Queste sono le domande che i due protagonisti si fanno nel racconto e che anche noi stessi probabilmente ci facciamo mentre lo leggiamo. La capacità di questa autrice è di riuscire a far riflettere il lettore su temi importanti della vita attraverso le sue storie, a darci prospettive diverse e metterci di fronte alla realtà nuda e cruda.

Personalmente ho apprezzato di più altri suoi libri sopracitati per un semplice motivo: in questo manca una vera e propria trama, un racconto di qualcosa che si svolge da un inizio ad una fine. Questo libro racconta sì una storia ma attraverso dei flashback partendo dal punto finale, senza nessuna sorpresa per il lettore. Ovviamente questo è un mio giudizio personale basato semplicemente sul mio gusto.

Consiglio questa lettura? Sicuramente sì se avete voglia di un libro molto intenso che dia molti spunti di riflessione, no se amate un genere diverso con una storia ben definita e magari un finale a sorpresa.

Qualcuno l'ha già letto? Fatemi sapere cosa ne pensate con un commento se vi va! ^_^