mercoledì 13 gennaio 2016

TORINO: PASSEGGIAMO TRA PARCO DEL VALENTINO, BORGO MEDIEVALE E MURAZZI

Oggi vi porterò attraverso un percorso che ho fatto personalmente a Torino tra bellezze architettoniche e naturalistiche situate all'interno della famosissima città sabauda.




Torino non è solo Mole Antonelliana o Museo Egizio (di cui vi parlerò prossimamente) ma è molto di più. Ciò che mi ha stupito di questa città è la sua ricca offerta di musei e percorsi culturali da fare se avete voglia di passarvi qualche giorno. Quello su cui vorrei porre l'attenzione oggi però non sono tanto i musei quanto le bellezze architettoniche e naturalistiche che si possono incontrare semplicemente camminando.

Murazzi

Cominciamo lasciandoci alle spalle il centro Torino con le vie dello shopping e le sue mille luci camminando lungo il fiume Po che scorre maestoso e imponente.




Costeggiando il fiume ci troviamo subito nella zona dei 'Murazzi' di Torino, 'ij Murass' in piemontese, l'origine del nome è data dagli argini (muri) costruiti nel XIX secolo per preservare il centro cittadino da eventuali inondazioni del fiume Po.
A partire dagli anni '70 i Murazzi sono diventati poi un luogo della Movida torinese e passeggiando si possono notare i baracchini che d'estate vengono adibiti a bar o anche varie zone fitness all'aperto. La zona si presta infatti allo sport all'aria aperta vista l'ampia strada chiusa al traffico dove a qualsiasi ora del giorno troverete qualcuno che cammina, corre o fa qualsiasi attività sportiva.

Parco del Valentino

Proseguendo ci inoltriamo nel famosissimo Parco del Valentino. Questo parco secondo solo a quello della Pellerina, ha orgini addirittura romane e pare vi fosse al suo interno una cappella in onore del santo Valentino.





I lampioni innamorati

Borgo Medievale

In occasione dell'Esposizione Generale Italiana del 1884 venne realizzato anche il Borgo Medievale che troviamo proprio subito dopo il parco. In esso vi sono riprodotti tutti gli elementi che costituivano un vero e proprio borgo medievale come case, chiese, decorazioni, piazze e fontane.





Fino all'11 gennaio era possibile vedere il presepio di Emanuele Luzzati: delle installazioni molto carine che abbellivano il complesso già di per sé molto suggestivo.























Per maggiori informazioni sugli orari di apertura del borgo e della rocca vi consiglio di consultare il sito borgomedievaletorino.it.

Castello del Valentino

Sempre in zona parco del Valentino troviamo anche il Castello del Valentino che purtroppo al momento in cui ci sono passata davanti era pieno di impalcature.
Costruito a partire dal XVI sec. venne poi ampliato per volere di Cristina di Francia e da qui possiamo comprendere la somiglianza con i famosissimi Castelli della Loira a cui ho pensato subito vedendolo e di cui vi ho parlato qui.



Il percorso si chiude qui ma ci sono in arrivo nuovi post su questa interessantissima città molto presto da queste parti, non perdeteli! ^_^