domenica 19 giugno 2016

NOLI ME TANGERE- ANDREA CAMILLERI RECENSIONE

Andrea Camilleri è uno scrittore noto principalmente per 'Il commissario Montalbano', di cui ne è stata tratta la famosissima serie TV, ma Camilleri è anche tanto altro...ai più sconosciuto, oggi vediamo 'Noli me tangere'.


La trama:

Laura è una giovane donna laureata in Storia dell'arte con il massimo dei voti che rinuncia ad una brillante carriera da ricercatrice per seguire la passione per un ufficiale, passione che estrinseca in maniera spesso esagerata riempiendo la sua vita di mille amanti. Ad un certo punto decide di sposare Mattia di 30 anni più grande di lei, lui profondamente innamorato passerà sopra alle sue 'divagazioni'. Laura ogni tanto viene presa dal 'ghibli', il ghibli è un vento caldo del deserto, in questi momenti si chiude in se stessa e senza comunicazione con il mondo esterno, questo le permette di pensare e meditare.
Laura un bel giorno sparisce e il marito ne denuncia la scomparsa alla polizia, da qui comincia il lavoro di investigazione e ricerca della donna dalla vita misteriosa e intricata.

Cosa ne penso?

Ammetto la mia ignoranza, Camilleri per me era solo il Commissario Montalbano. Questo è il primo libro che leggo dell'autore che non tratta la famosa saga dell'investigatore siciliano più famoso d'Italia.
Il libro si può definire proprio un 'libricino', parliamo infatti di un centinaio di pagine che si leggono molto in fretta. Come al solito c'è la schiettezza e veracità che contraddistingue la scrittura di Camilleri. La storia molto particolare, intrisa di riferimenti letterari e storici, è molto elegante ma allo stesso tempo non pesante.
Un libro carino da leggere se non si vuole affrontare una lettura pesante, direi adatto per la stagione calda in arrivo, magari da gustare sotto l'ombrellone.

E voi l'avete letto? Fatemelo sapere con un commento qua sotto se vi va!

Laura