martedì 27 settembre 2016

LA MOGLIE MAGICA- SVEVA CASATI MODIGNANI RECENSIONE

Come ben saprete Sveva Casati Modignani è una scrittrice che apprezzo davvero tanto per qualità di scrittura e tipologia di storie raccontate, oggi vi propongo questo breve romanzo: La moglie magica.

Titolo: La moglie magica

Autore: Sveva Casati Modignani

Anno: 2014

Editore: Sperling & Kupfer (collana Pandora)

La trama:

A vent’anni, appena sposata, Mariangela va ad abitare con il marito in un’elegante palazzina Liberty di via Eustachi a Milano. I vicini ammirano i suoi grandi occhi illuminati di gioia e la sua vitalità contagiosa, al punto che il nomignolo di «Magìa», che la accompagna da quando era bambina e non sapeva pronunciare il proprio nome per intero, sembra esserle stato cucito addosso dal destino. Eppure, nel tempo, gli stessi vicini la vedono spegnersi: quella ragazza allegra ed esuberante si trasforma in una donna nervosa e sfuggente. Tutti le vogliono bene, ma non possono aiutarla, perché hanno capito che il motivo della sua tristezza è il marito Paolo. Quattordici anni prima, sposandolo, Magìa aveva lasciato il suo paesino di montagna, stregata dalla promessa di una vita brillante, fatta di regali costosi e vacanze da sogno: una agiatezza che ha pagato a caro prezzo, perché Paolo è un uomo che confonde l’amore con il possesso, che maschera con l’aggressività le proprie insicurezze e riesce a essere geloso persino delle attenzioni che la moglie riserva ai loro due bambini. Un giorno, dopo l’ennesimo gesto violento del marito, Magìa si risveglia finalmente dal suo stato di sudditanza e allora trova il coraggio di riprendere in mano la sua vita e ribellarsi, per salvare se stessa e i figli. E con questa nuova consapevolezza scoprirà anche la sua carica di magia. (Fonte: IBS)

La mia opinione:

Si tratta davvero di un libricino, 98 pagine in versione e-book, che è quella che ho letto. In due ore si legge senza problemi. La scrittura è scorrevole, tipica dell'autrice. La storia entra subito nel vivo vista la brevità del testo.
Questo libro è un racconto se vogliamo 'leggero' che però tratta un argomento davvero importante e delicato: la violenza sulle donne, la paura e il terrore di quello che si pensava essere il compagno di vita, la persona che più al mondo ci ama ma tutto a un tratto diventa il nostro carnefice. 
I personaggi non sono particolarmente caratterizzati data la brevità del racconto ma il lettore riesce comunque a farsi un'idea precisa della situazione, il focus rimane su Magìa e il marito Paolo. 
Possiamo dire che questi due personaggi ricalcano un po' gli stereotipi della ragazza semplice di provincia lei, e dell'imprenditore spaccone e pieno di soldi lui.
Nel complesso è un libro carino ma che non lascia particolarmente il segno a mio avviso.

Voi l'avete letto? Fatemelo sapere con un commento! ^_^

Laura