mercoledì 5 ottobre 2016

IL KILLER DELLA ROSA- BLAKE PIERCE

Oggi torno a parlarvi di libri e questa volta vi parlo di questo giallo dall'autore a me molto sconosciuto ma che mi aveva incuriosito per la trama. Scopriamolo insieme!

La trama:


I cadaveri di alcune donne, uccise in modi grotteschi, sono ritrovati nelle campagne della Virginia.
Non sembrano esserci soluzioni e viene coinvolta l’FBI ma anche i federali sono disorientati.
Un pericoloso serial killer è a piede libero e non si vuole fermare. Gli agenti sanno che uno solo, tra loro, è in grado di risolvere il caso: l’Agente Speciale Riley Paige.
Riley è in convalescenza dopo l’incontro con il suo ultimo serial killer e, sapendola ancora debole, l’FBI è riluttante a ricorrere alla sua mente brillante. Nonostante tutto, Riley, bisognosa di combattere i suoi stessi demoni, torna in campo; si ritrova a frequentare l’inquietante ambiente dei collezionisti di bambole, entra nelle case di famiglie distrutte e finisce per penetrare nei meandri più oscuri della mente del killer. 
A poco a poco, Riley capisce di avere di fronte un assassino più complicato di quanto avesse immaginato.
In un’incalzante corsa contro il tempo, si ritrova spinta al limite: rischia di perdere il lavoro, la sua famiglia é in pericolo e i suoi nervi rischiano di crollare .
Riley Paige ha accettato di seguire di nuovo un caso ed è determinata a risolverlo a qualsiasi costo.
Ne è ossessionata, si ritrova ad esplorare gli angoli più oscuri della sua stessa mente, mentre il confine tra cacciatore e preda si assottiglia sempre di più. Con una serie di incredibili colpi di scena, il suo istinto la guidano ad una soluzione, che nemmeno Riley avrebbe mai immaginato. (fonte store Kobo books)

Cosa ne penso?

La storia mi è piaciuta, il giallo tiene col fiato sospeso fino alla fine anche se non travolge eccessivamente tanto,
Potenzialmente potrebbe essere stato un libro molto interessante anche se pieno di luoghi comuni a dire il vero, niente di nuovo sotto il sole, ma quello che mi ha lasciata più perplessa è stata la scrittura: errori di battitura ovunque, pezzi addirittura non tradotti, scambi di nomi facilmente intuibili, insomma un disastro totale inammissibile. Io non riesco a capire come si possa mettere in vendita un libro scritto così che evidentemente non è minimamente passato per un correttore di bozze. 

Se la storia potrebbe essere carina soprattutto nel finale, devo invece bocciarlo in toto per come è presentato e scritto. Intollerabile.

E voi lo avete letto? Fatemi sapere cosa ne pensate! ^_^

Laura