martedì 1 novembre 2016

22.11.63 STEPHEN KING- RECENSIONE

Libro famosissimo da cui è stata tratta anche una mini serie televisiva, oggi vi parlo di 22.11.63 di Stephen King.

(immagine presa da: chelibro)

Editore: Sperling & Kupfer
Collana: Pandora
Anno edizione: 2011
Pagine: 767 p. (cartaceo)



La trama:

Jake Epping ha trentacinque anni, è professore di inglese al liceo di Lisbon Falls, nel Maine, e arrotonda lo stipendio insegnando anche alla scuola serale. Vive solo, ma ha parecchi amici sui quali contare, e il migliore è Al, che gestisce la tavola calda. È proprio lui a rivelare a Jake il segreto che cambierà il suo destino: il negozio in realtà è un passaggio spaziotemporale che conduce al 1958. Al coinvolge Jake in una missione folle - e follemente possibile: impedire l'assassinio di Kennedy. Comincia così la nuova esistenza di Jake nel mondo di Elvis, James Dean e JFK, delle automobili interminabili e del twist, dove convivono un'anima inquieta di nome Lee Harvey Oswald e la bella bibliotecaria Sadie Dunhill. Che diventa per Jake l'amore della vita. Una vita che sovverte tutte le regole del tempo conosciute. E forse anche quelle della Storia. (fonte: IBS)

Cosa ne penso?

Premetto che questo per me è il primo libro che leggo dell'autore per cui mi sono subito trovata di fronte ad uno stile e un tipo di scrittura per me inedito, come succede ogni volta che si legge qualcosa di un autore sconosciuto.
Incuriosita da molte recensioni positive ho deciso quindi di provare e lanciarmi in questa avventura. Avventura, sì la definisco così non solo per la trama in sé ma proprio per la lunghezza del libro: 728 pagine versione e-book.
Sono sincera, mi piace leggere ma quando i libri superano le 400/500 pagine per me diventano un po' troppo.
Lo stile di King lo porta a scrivere davvero tanto, ogni situazione, ogni personaggio viene caratterizzato all'inverosimile e questo lo porta a creare pagine su pagine e il risultato che ne esce è un libro molto lungo.
Ma andiamo al sodo, cosa penso di questo libro nello specifico? Io l'ho trovato altalenante. Questa è la parola che più secondo me, caratterizza questa storia. A tratti molto interessante, ti tiene col fiato sospeso nel susseguirsi delle vicende e imprese del protagonista, ma poi al contrario in certi momenti molto lento e pesante nelle descrizioni, nel creare continuamente storie dentro le storie, personaggi su personaggi. Personalmente avrei tolto almeno 200 pagine tagliando pezzi ridondanti. Ma questo è pur sempre il mio parere dato da un'idea del tutto personale.
Lo stile della scrittura di King è eccellente, molto diretto, ironico e brillante; va a compensare ai cali di attenzione che la lunghezza della storia porta inevitabilmente.

In conclusione cosa ne penso? Mi è piaciuto molto, la storia è interessante e originale (elemento non da poco), lo stile mi piace, l'idea di mescolare fatti storici a fantasia funziona bene, la storia d'amore all'interno è molto profonda e toccante anche se in alcuni momenti ci ho visto qualche luogo comune di troppo. Il finale non mi ha convinto moltissimo ad essere sincera però nel complesso mi è piaciuto e lo consiglierei sicuramente se siete amanti del genere e se non vi spaventa un libro piuttosto lungo.

E voi cosa ne pensate? L'avete letto? Fatemelo sapere con un commento qua sotto se vi va, come al solito ^_^

Laura