venerdì 23 dicembre 2016

SESTO AL REGHENA: UN GIOIELLINO DEL FVG

Oggi vi porto in uno dei Borghi più belli d'Italia: Sesto al Reghena, in provincia di Pordenone.


Sesto al Reghena è una cittadina al confine tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, è di origini romane e fu posto militare e stazione di rifornimento per i viaggiatori che si dirigevano a nord.
Il suo nome deriva dal fiume che la attraversa, il Reghena e dalla dislocazione sulla sesta pietra miliare della via di passaggio.


Appena arrivati vi troverete di fronte alle vecchie fortificazioni che proteggevano l'Abbazia Benedettina di Santa Maria in Sylvis, vero gioiello di questo antico borgo.


Di queste fortificazioni oggi rimangono il torrione d'ingresso, unico superstite delle sette torri di difesa, il campanile (torre di vedetta), la cancelleria, la residenza abbaziale e la casa canonica.

(torrione)

(i fossi che circondano l'anitco borgo murato)

(campanile)

(residenza abbaziale)


L'Abbazia di Santa Maria in Sylvis dell'VIII sec. fu rasa al suolo nel 899 e poi fortificata con mura.
La chiesa romanica è composta da tre navate, nella cripta è conservata un'urna di età longobarda (VII sec.), un Vesperbild (XV sec.) e un'annunciazione di inizio XIV sec.
Sopra nel presbiterio sono presenti quattro cicli di affreschi prodotti dalla scuola di Giotto tra il 1316 e il 1320.

(www.turismofvg.it)


Stare in Piazza Castello mi ha ricordato quasi Piazza del Campo a Siena, ovviamente con le dovute proporzioni perché stiamo parlando di due luoghi nettamente diversi per grandezza e storia. 

(Palazzo della Cancelleria)

(fiume Reghena)


(la via centrale che porta verso Piazza Castello)

Essendo periodo natalizio non poteva mancare l'albero di Natale


Se passate per queste zone vi consiglio caldamente una visita a questo borgo che non vi impegnerà per molte ore viste le sue piccole dimensioni ma che sicuramente non vi deluderà per bellezza dei luoghi.

Laura