sabato 11 marzo 2017

I MOLINI DI STALIS

Nel post di oggi non ti parlerò di una città o di un borgo come spesso accade ma porrò l'attenzione su un luogo davvero incantevole al confine tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia
Scopriamolo insieme!

I Molini di Stalis si trovano nel comune di Gruaro in provincia di Venezia, sorgono esattamente al confine fra le regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia e in particolare sul fiume Lèmene
La loro storia è strettamente legata a quella dell'Abbazia di Sesto al Reghena (post su Sesto al Reghena qui). 



L'anno cruciale per questo luogo è il 1182, anno in cui Papa Lucio III promulgò una Bolla con cui estendeva la protezione papale sui benedettini di Sesto e confermava i privilegi dell'antica Abbazia. In tale documento vengono citate anche Vincaretum cun curte e Staules cum curte.

Che cos'era una Curtis? Un'organizzazione di persone e mezzi con una determinata funzione economica. Stalis invece indicava le stalle presenti nel territorio.



Ma quando è arrivato il Mulino vero e proprio?
I primi documenti che attestano la presenza del Mulino risalgono al 1432, il Mulino è stato usato nel corso dei secoli fino ad arrivare poi all'800 e '900 con la diffusione dell'agricoltura.


Nel 1839 in base ad un rilievo austriaco, il mulino risulta diviso in due parti: un mulino da grano ad acqua e un mulino da grano con pila da orzo.
L'attività prosegue ininterrotta anche nel '900 fino alla seconda Guerra Mondiale per poi riprendere anche dopo fino al 1960 anno in cui cessò l'attività.


Oltre che essere un luogo ricco di storia questo posto è anche molto gradevole per una passeggiata o un giro in bici o per fare jogging se siete più sportivi.
La natura vi circonda e soprattutto durante la bella stagione il suo rigoglioso aspetto riempirà i vostri occhi rigenerandovi.


E voi siete mai stati da queste parti? Fatemelo sapere tra i commenti!

Laura

Credits: viadellabbazia-sesto.it