mercoledì 10 maggio 2017

LA BELLA ADDORMENTATA IN QUEL POSTO- LUCIANA LITTIZZETTO

Oggi ti parlo di un libro un po' particolare almeno secondo i miei canoni, ovvero un libro comico della nota Luciana Littizzetto, scopriamolo insieme!
SCHEDA TECNICA:

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2016
Pagine: 187 p.

Trama:
È uscita una nuova bambola, una specie di Barbie, però racchia. La Barbie cessa. La Barbie cozza. Ha la cellulite, le smagliature, le cicatrici e i brufoli adesivi che puoi appiccicarglieli addosso. Ma la cellulite non si stacca... volevo dirlo al 'barbaio', al 'barbigrafo'. Magari si staccasse! La cellulite non la togli neanche con il raschietto per levare il ghiaccio. Manco se ti entra Chiellini in scivolata... E poi c'è questa moda delle cose automatiche in casa. Che si accendono da sole. Tu non devi fare più niente, fanno tutto loro. Peccato che scleri. Siamo tutti pieni di iPad, iPed, iPod, iMerd, e di' se trovi una presa della corrente per attaccare il caricabatteria, che tra l'altro la batteria si scarica in un quarto d'ora. Se ti va di lusso, di presa ne trovi una dietro l'armadio, che devi spostare un quattro stagioni da sola e incastrare la testa tra l'anta e il muro." Non viviamo certo nel mondo delle favole. Ma se la prendiamo con la giusta ironia, anche la situazione più balenga può conquistare a suo modo un lieto fine. Perfino la start up che trasforma la cacca in energia elettrica, la preoccupante pening review, i trattamenti di bellezza della signora Beckham alla placenta di pecora e scaglie d'oro e quelli per far ricrescere a strappo i capelli ai calvi. Perfino la pietra giapponese che fa sparire le emorroidi, le tette al sale, il walter del moscerino e la jolanda alla lavanda, la sonda Schiaparelli che si sparpagna su Marte, il ciao ciao alla pensione, la brutta piega della Brexit e il ciuffo di Donald Trump.  (IBS.it)

Cosa ne penso?
Questo libro sostanzialmente è una raccolta di tutti gli sketch televisivi che Luciana Littizzetto fa ogni domenica a "Che tempo che fa", quindi mini monologhi che nel libro si traducono in un paio di facciate scarse.
Le tematiche sono d'attualità: scova le notizie più strane e poi ne imbastisce una satira pungente e articolata, completamente nel suo stile. La peculiarità della Littizzetto è costruire grandi iperboli mediante tantissime similitudini, colorite e variegate oserei dire molto "barocche".
Non si fa mai problemi a toccare tematiche "delicate" o "scottanti" trattandole sempre con il suo stile dissacrante. 
Spesso accusata di essere un po' volgarotta nei modi, direi che la sua peculiarità è proprio quella di andare a prendere in giro l'essere umano nei suoi bisogni primari, andando quindi a cadere negli ambiti più "bassi" se così possiamo dire.
A me è piaciuto molto questo libro, l'ho trovato divertente e adatto per una lettura poco impegnativa e rilassante, perfetto per la bella stagione in arrivo da leggere sotto l'ombrellone.
Sicuramente i monologhi fatti in diretta da lei in TV sono molto più avvincenti e coinvolgenti ma leggendo questo libro vi ritroverete a sentire nella vostra testa ogni singola parola pronunciata con la sua voce e detta col suo accento torinese come se fosse proprio lei a parlare in quel momento.

Consiglio il libro se appunto cerchi un momento di svago, si legge velocemente in 2/3 ore senza problemi.
E tu cosa ne pensi? Se ti va lasciami un commento qua sotto e sarò lieta di fare due chiacchiere!

Laura