sabato 21 ottobre 2017

IL PRANZO DI MOSÈ- SIMONETTA AGNELLO HORNBY

Simonetta Agnello Hornby è una di quelle scrittrici che apprezzo molto come avrete potuto vedere anche dal numero di suoi libri che ho letto e di cui spesso ho parlato anche qui sul blog, oggi scopriamo insieme "Il pranzo di Mosè".
SCHEDA TECNICA:
Editore: Giunti Editore
Collana: Scrittori Giunti
Anno edizione: 2014
Pagine: 212 p.

La trama:
Simonetta Agnello Hornby apre le porte della casa di Mosè, la tenuta dove da cinque generazioni la famiglia materna trascorre le vacanze estive. Insieme a Chiara, amata sorella, ci accompagna alla scoperta di questo luogo incantato. Nella campagna di Agrigento, a pochi chilometri dalla Valle dei Templi, sorge su una collina la masseria ottocentesca che ogni estate accoglie in processione incessante parenti, amici e conoscenti della famiglia. Chiunque risalga la stradella che conduce alla casa padronale viene ospitato, nutrito, accudito. Come Mamma Elena e zia Teresa facevano un tempo, Simonetta e Chiara mettono ogni nuovo venuto a proprio agio; hanno imparato, aiutando la madre e la zia, l'arte dell'accoglienza e del convivio. A Mosè si cucinano ancora oggi i prodotti dell'orto e quanto offerto dalla fattoria, utilizzando l'olio dell'antico uliveto che copre i fianchi della collina. Il tavolo della sala da pranzo continua ad allungarsi e restringersi per accogliere gli ospiti. A tavola si discute di cibo e si trascorrono ore serene, allietate dalla compagnia e dal piacere di una conversazione vivace. Mosè è rimasto il luogo caldo e magico dove si muovevano sicure Mamma Elena e zia Teresa. Simonetta lo dimostra raccontando sei occasioni di convivio nella Mosè di oggi, mostrandoci i prodotti di stagione e guidandoci nella scelta dei menù. Svela le ricette tramandate da generazioni, e quelle segrete delle monache, e trasforma i resti in pietanze squisite. (IBS.it)

Cosa ne penso?
Questo libro è alquanto particolare: completamente incentrato sul mondo culinario, a tratti sembra quasi un ricettario. La Hornby mescola la saga famigliare con la passione per la cucina sviscerando soprattutto verso la fine tutta una serie di ricette e consigli sui piatti tipici siciliani che si preparavano nella tenuta di Mosè.
Trovo che la sua scrittura sia sempre molto raffinata ed elegante, motivo per cui la apprezzo molto in ogni sua opera. Anche questo libro non fa eccezione: oltre alla passione per il cibo e la convivialità emerge la signorilità con cui racconta le tradizioni del luogo.
Uno spaccato molto interessante della Sicilia raccontato da una scrittrice molto capace.

Se sei amante del connubio Sicilia- cucina te lo consiglio vivamente!

Laura

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono molto graditi perché permettono di confrontarsi, spero siano sempre nel rispetto degli altri, se offensivi verranno cancellati.

Info sulla Privacy