giovedì 14 dicembre 2017

L'AMICA GENIALE- ELENA FERRANTE

Da tanti mesi aspettavo questo momento: poter leggere questo libro e di conseguenza parlarne qui sul blog. Si è creato un grande caso attorno a questo libro e a tutti i seguenti che compongono la saga per cui anche le mie aspettative devo ammettere erano alte, ma scopriamolo insieme!
SCHEDA:
Editore: E/O
Collana: Dal mondo
Anno edizione: 2011
Pagine: 400 p.

La trama:
Il romanzo comincia seguendo le due protagoniste bambine, e poi adolescenti, tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana, tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità. L'autrice scava nella natura complessa dell'amicizia tra due bambine, tra due ragazzine, tra due donne, seguendo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero, robusto. Narra poi gli effetti dei cambiamenti che investono il rione, Napoli, l'Italia, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame. E tutto ciò precipita nella pagina con l'andamento delle grandi narrazioni popolari, dense e insieme veloci, profonde e lievi, rovesciando di continuo situazioni, svelando fondi segreti dei personaggi, sommando evento a evento senza tregua, ma con la profondità e la potenza di voce a cui l'autrice ci ha abituati. Si tratta di quel genere di libro che non finisce. O, per dire meglio, l'autrice porta compiutamente a termine in questo primo romanzo la narrazione dell'infanzia e dell'adolescenza di Lila e di Elena, ma ci lascia sulla soglia di nuovi grandi mutamenti che stanno per sconvolgere le loro vite e il loro intensissimo rapporto. (IBS.it)

Cosa ne penso?
Come già anticipato nell'incipit ero molto curiosa e mi aspettavo tanto da questo romanzo perché ne avevo sentito parlare davvero bene praticamente da chiunque.
Effettivamente il libro non ha deluso le mie aspettative: fin dalle prime pagine ho apprezzato molto la scorrevolezza e fluidità della scrittura dell'autrice, il testo si legge davvero con molta facilità e velocità.
Tutta la storia è incentrata sul rapporto tra le due amiche Lila ed Elena, un'amicizia davvero particolare raccontata in prima persona da Elena la quale descrive l'amica come una persona speciale e fuori dal comune, a tratti sembra veramente un essere non terrestre, quasi dotata di poteri paranormali. 
L'amicizia si delinea fin da subito contrastata tra il desiderio di sostenersi a vicenda e stare sempre assieme e la competizione tra due ragazzine che appaiono fin da subito dotate di grande intelligenza e capacità. Questo tipo di rapporto lo potrei considerare come emblematico di quella che è l'amicizia tra donne: vicinanza ma anche competizione forte. La Ferrante ha colpito perfettamente nel segno di una delle dinamiche più comuni dei giorni nostri nonostante la storia sia ambientata negli anni '50.
Il libro come già detto non chiude la storia ma la lascia in sospeso e invita alla lettura dei romanzi seguenti che compongono la saga e che racconteranno in ordine cronologico la vita delle due donne. Scelta molto intelligente da parte dell'autrice ma anche insidiosa perché la obbliga ad essere in grado di produrre dei libri che siano all'altezza del primo.
In definitiva posso dire che il libro non ha deluso le mie aspettative, la scrittura è davvero notevole a livello stilistico, si legge molto bene senza essere banale, asciutta ma profonda allo stesso tempo. Le tematiche sono molto interessanti e lo spaccato che dà di Napoli in quegli anni è reso in modo magistrale.

Sicuramente lo consiglio e non vedo l'ora di poter leggere anche gli altri libri della saga. 
E tu cosa ne pensi? Fammi sapere con un commento qua sotto se l'hai letto e cosa te ne pare.Ti aspetto!

Laura

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono molto graditi perché permettono di confrontarsi, spero siano sempre nel rispetto degli altri, se offensivi verranno cancellati.

Info sulla Privacy